Una lettera dall’EXPO dopo lo spettacolo di Beresheet LaShalom

Dal Preside del Liceo Casiraghi di Cinisello Balsamo  intervenuto al nostro spettacolo e al workshop presentato al Padiglione Israele all’EXPO.

Il viaggio della Compagnia teatrale Beresheet LaShalom e’ stato finanziato con il contributo dell’8 per mille dell’UCEI in collaborazione con WIZO, Associazione Italia Israele, Regione Lazio e coordinato da Amici di Beresheet LaShalom

ExpoMilano, ottobre 2015

Progetti Scuole per la Pace Nell’ambito delle iniziative collegate ad EXPO, gli studenti di due scuole della città metropolitana, IIS Casiraghi di Cinisello e IIS Gadda di Paderno Dugnano, il 22 ottobre sono stati ospiti del Padiglione di Israele nell’ambito di una collaborazione che dura da anni con l’associazione Italia-Israele di Milano. Hanno partecipato a laboratori teatrali con i ragazzi della Fondazione Beresheet LaShalom, nata per volontà di Angelica Calò Livnè nel Kibbuz Sasa, in Alta Galilea. Obiettivo: educare i giovani alla pace attraverso le arti. Infatti i ragazzi con cui la fondatrice lavora sono ebrei, cristiani, musulmani, arabi, drusi; mettono in scena e portano per il mondo (sono alla 28ma tournee, dal 2001, ovviamente con protagonisti sempre diversi) Beresheet – In Principio – uno spettacolo di mimo e danze che racconta cosa passa per la mente di un adolescente che vive in un paese in guerra. “Il lavoro – dice Angelica Calò – vuole essere un messaggio di fiducia nell’avvenire, una vittoria del bene, della positività e della luce sul male e sulle tenebre che continuano a calare sul mondo”. Fondamentale in questo progetto educativo l’incontro con i ragazzi di altre realtà, come quella milanese, per stimolare la loro riflessione in modo diretto: l’incontro con coetanei che hanno alle spalle esperienze anche tragiche finisce per coinvolgerli da un punto di vista innanzitutto emotivo, per portare poi ad una rielaborazione dell’esperienza. Come nel passato, anche oggi i ragazzi hanno accolto con entusiasmo la proposta che grazie ad Expo 2015 si è inserita stavolta in un contesto ancora più ampio e significativo.

Mario Maestri
M.I.U.R. Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Ufficio X – Ambito Territoriale di Milano
Ufficio Supporto all’Autonomia Scolastica
IMG-20151011-WA0017

SHABBAT SHALOM

Piccoli doni

https://www.youtube.com/watch?v=qGx9wAaTDIU

זה עוד יום שישי נושם את האוויר
האור והצל משחקים שוב תופסת
השולחן ערוך תמונות ילדות על הקיר
והריח הזה ששורט לי את הלב
מתגנב מתגנב ופותח דלתות
אל אושר קטן אל אותו שיר ישן
שעובר אצלנו במשך דורות

מתנות קטנות
מישהו שלח לי מתנות קטנות
רסיסים של כוונה עיגולים של אמונה

Da una canzone di  Rami Kleinstein

Si respira l’aria del Venerdì sera

Luci e ombre giocano a rincorrersi

La tavola è apparecchiata e sul muro ci sono le foto dei bambini

Questo profumo mi graffia il cuore

Riesce ad aprire le porte

Di un po’di felicità di quella vecchia canzone

Che ci portiamo appresso da generazioni

Piccoli doni

Qualcuno mi inviato dei piccoli doni

Schegge di kavvana’ (di buona intenzione)

Cerchi di fede…..

תמונה לפוסטר בראשית 1

Beresheet in Italia – Ottobre 2015

“Beresheet -In principio”                                                                        

15 anni fa e’ iniziato il viaggio fantastico dei ragazzi dell’Arcobaleno di Galilea, in giro per il mondo a raccontare che la realta’ e’ positivita’, e’ fiducia nell’uomo in quanto uomo, e’ solidarieta’ e partecipazione, coinvolgimento e lotta contro chi pretende di capovolgere i valori che danno anima al mondo.

Erano in dieci. Sono divenuti un gruppo affiatato che ormai raccoglie piu’ di 500 ragazzi ebrei, cristiani, musulmani, drusi della Galilea. Insieme raccontano danzando il bisogno profondo di pace di chi conosce la guerra in prima persona e dell’Amore, unica arma contro l’odio. Esprimono l’importanza e il valore immenso della differenza come fonte di ricchezza e di crescita e non come motivo di conflitto. “Beresheet” e’ un messaggio di fiducia in un avvenire dove si puo’ sgominare l’indifferenza per dare a ognuno dignita’ e futuro.

Nello spettacolo vengono dette solo 5 frasi:

  • Che qualcuno mi aiuti
  • Non c’e’ nessun posto sicuro
  • Davanti alla realta’ mi sento impotente
  • Perche’ non posso essere chi sono?
  • Insieme possiamo creare un mondo migliore!

Il video “Giu le maschere” e’ valso il Premio Takunda al regista Teo Bini

https://www.youtube.com/watch?v=Qfy-U2Tjo2I

 

Lo spettacolo e’ stato rappresentato gia’ varie volte in Israele, Italia e in Svizzera e’ apparso in  decine di articoli e programmi radio e TV nel mondo.

https://www.youtube.com/user/BeresheetLaShalom

Edna Calo Livne edna@ksasa.co.il    cell. Israele +972-54-2874261  cell. Italia 335-6921735